Articoli recenti

Archivi

Politiche regionali e gioco d’azzardo

È ovvio comprendere che la riforma del mondo del gioco d’azzardo era ed è vincolata al nuovo scenario regionale che si appaleserà dopo le elezioni regionali che stanno per essere archiviate. È altrettanto chiaro che le decisioni del Governo relativamente al gioco pubblico, dopo essere state annunciate, sospese, ripensate ora non potranno più ritardare ed è arrivato il momento di agire coscienziosamente e di “rapportarsi” con gli Enti Locali. Ora si è delineata la nuova conformazione politica territoriale della nostra Penisola… quindi, il Governo non può attendere oltre: deve solo valutare quali saranno gli “enti” alleati e gli “enti” avversari prima di emettere un provvedimento che avrà un forte impatto sulle politiche regionali.

Si deve in ogni caso considerare che gli obbiettivi relativi alla “riorganizzazione” del gioco saranno la tutela della salute, dell’ordine pubblico ed il contrasto all’illegalità e questo dovrà gioco-forza sistemare il rapporto tra Stato, Sindaci e Regioni proponendo un piano che innanzitutto “schieri” tutti dalla stessa parte e non più in contraddizione od in “guerra”. Avrà indubbiamente un gran da fare il sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta che non ha mai nascosto la necessità di un intervento “forte” e questo suo impegno sarà un’autentica sfida: il Governo Renzi, dopo le regionali e dopo anche le sue politiche nazionali, viene promosso… ma “scricchiola” un pochino, il Movimento 5Stelle, dato per defunto, si conferma il secondo partito del Paese, mentre “l’altro Matteo” (Salvini) sta riscuotendo sempre più consensi e questo forse propone “qualche percorso in salita” per la riforma del gioco.

Nuove forme di gioco d’azzardo crescono

Il mondo del gioco d’azzardo si augura che il gioco mobile raggiunga il 40% del mercato totale del gioco online entro il prossimo 2018. Ma per parlare di “avventi” più vicini e relativi al corrente anno ci si aspetta che il 40% degli utenti con telefonino utilizzi le app per piazzare scommesse e giochi in modo da “crescere” in fretta e, perché no, supportare così anche il gioco terrestre che… non sta passando un facile momento tra Stabilità, Legge Delega e nuove normative quasi sempre fonte di esborsi notevoli da parte degli operatori (chiunque faccia parte della filiera). La tendenza generale è quella di uno spostamento dei giocatori dalle piattaforme tradizionali a quelle mobile e questo succede in ogni parte del Pianeta e, quindi, anche in Italia.

In Italia si deve ancora lavorare molto per la diffusione del wi-fi che è un supporto indispensabile per le tecnologie mobili che porterà sempre più il gioco mobile in primo piano e muterà così il mercato del gioco online che è destinato ad un cambiamento quasi radicale e “voluto” dall’evoluzione della tecnologia. D’altra parte gli operatori del gioco sono già ricorsi ai dispositivi mobili per far crescere sul mercato i casinò live dato che quello del gioco online è quasi vicino alla saturazione e la scelta dei consumatori sembra inesorabilmente proiettata verso il gioco mobile. L’impresa più difficile per gli operatori è quella di riuscire a ricreare, in piccole dimensioni, le medesime sensazioni ed emozioni che possono essere “provate” con un dispositivo con desktop: i “piccoli giochi”… crescono.

Il futuro del gioco d’azzardo online è adesso

Che ormai le nostre vite siano “costellate” da smartphone e tablet (ed anche prossimamente dagli smartwatch) è un dato acclarato e questo ha portato il “futuro” nel “quotidiano” di tante, tantissime persone e l’uso di contenuti digitali ha raggiunto traguardi notevoli ed estremamente interessanti, al punto da rivoluzionare persino modelli d’affari e strategie commerciali. Questo, senza ombra di dubbio, ha creato innovazione ed un cambiamento dei consumi: in pratica sta rivoluzionando la vita in tutti i suoi settori, dalla semplice vita dei consumatori al fronte delle politiche internazionali che, tradizionalmente, sono assai arretrate rispetto all’evoluzione tecnologica. Viene rappresentato così un “oggi” che è già “domani” e che andrà indubbiamente regolamentato dal punto di vista del business, là dove il gioco rappresenta uno dei driver principali che “viaggia” parallelamente all’intrattenimento che continua ad essere “richiesto” dai consumatori “in movimento” che sono sempre in numero maggiore.

Il mobile è, quindi, ormai una realtà che gli operatori del gioco pubblico devono però ancora esplorare più profondamente in modo da trarne ulteriori e remunerativi benefici. Certo è e sarà un’opportunità da cogliere sin dall’inizio anche perché il “fenomeno” dell’esplosione della connettività mobile porta numeri importanti: l’80% degli adulti possiede uno smartphone costantemente “attivo” e questa situazione rende il potenziale business più alto che mai e gli operatori del gioco non possono farselo scappare! È una vera sfida per il futuro… che è già qui, bisogna esserci e capire quali sono le richieste dei consumatori e quali sono le risposte che le aziende saranno in grado di predisporre.

Antiriciclaggio e gioco d’azzardo online

Riciclaggio è una parola che incute sempre “brutte sensazioni” e troppo spesso viene abbinata al mondo del gioco d’azzardo dove “miete” parecchie vittime: gli operatori che potrebbero esserlo a causa di speculazioni, i giocatori perché potrebbero soltanto esserne vittime e lo Stato per ovvi motivi. Quindi, quando si parla di “spiegare forze” mirate all’antiriciclaggio si trova accoglimento da parte di tutte le forze politiche in modo trasversale. Con l’andare del tempo la normativa nel settore dell’antiriciclaggio si è notevolmente evoluta e si è arrivati ad una forma di collaborazione tra Paesi relativamente a questa “attività”: quindi, in virtù di questo, si potrebbe affermare che l’offerta del gioco online legale è particolarmente sicura e tutelata relativamente ai rischi di riciclaggio. Il livello di sicurezza riguardo al gioco online ed ai rischi per i giocatori in Italia ed anche in altri Paesi è ottimo.

Bisogna però aumentare i sistemi di sicurezza dato che la tecnologia è in continua evoluzione e la normativa, quindi, deve avanzare di pari passo, se non essere superiore ai cambiamenti, in modo da poter mettere in campo normative per l’antiriciclaggio sempre più mirate, sempre più determinate a sconfiggere questa attività che “toglie fiato” al mondo del gioco lecito che… non ne ha assolutamente bisogno. Per quanto riguarda il gioco online dato che è interamente basato su transazioni finanziarie tracciate è tutto relativamente semplice, mentre il discorso nel gioco server based gli elementi critici sono più elevati proprio perché le giocate avvengono cash ed anonimamente ed è proprio qui che il controllo risulta difficoltoso.