Antiriciclaggio e gioco d’azzardo online

Riciclaggio è una parola che incute sempre “brutte sensazioni” e troppo spesso viene abbinata al mondo del gioco d’azzardo dove “miete” parecchie vittime: gli operatori che potrebbero esserlo a causa di speculazioni, i giocatori perché potrebbero soltanto esserne vittime e lo Stato per ovvi motivi. Quindi, quando si parla di “spiegare forze” mirate all’antiriciclaggio si trova accoglimento da parte di tutte le forze politiche in modo trasversale. Con l’andare del tempo la normativa nel settore dell’antiriciclaggio si è notevolmente evoluta e si è arrivati ad una forma di collaborazione tra Paesi relativamente a questa “attività”: quindi, in virtù di questo, si potrebbe affermare che l’offerta del gioco online legale è particolarmente sicura e tutelata relativamente ai rischi di riciclaggio. Il livello di sicurezza riguardo al gioco online ed ai rischi per i giocatori in Italia ed anche in altri Paesi è ottimo.

Bisogna però aumentare i sistemi di sicurezza dato che la tecnologia è in continua evoluzione e la normativa, quindi, deve avanzare di pari passo, se non essere superiore ai cambiamenti, in modo da poter mettere in campo normative per l’antiriciclaggio sempre più mirate, sempre più determinate a sconfiggere questa attività che “toglie fiato” al mondo del gioco lecito che… non ne ha assolutamente bisogno. Per quanto riguarda il gioco online dato che è interamente basato su transazioni finanziarie tracciate è tutto relativamente semplice, mentre il discorso nel gioco server based gli elementi critici sono più elevati proprio perché le giocate avvengono cash ed anonimamente ed è proprio qui che il controllo risulta difficoltoso.